L'associazione culturale Magnolia è felice di poter ospitare* sabato 17 giugno alle 19:00, lo spettacolo messo in scena da SpazioTeatro "AMORE love PSICHE" presso il Laboratorio Radici.

Uno spettacolo in cui il mito viene raccontato ai giovani spettatori.
Di e con Anna Calarco
Bambole di @Marcella Praticò
Regia @Gaetano Tramontana

Genere: teatro di narrazione e figura
Età: dai 7 anni
Durata: 50’

Una produzione di SpazioTeatro dedicata a bambini e ragazzi dai 7 anni in su, ma adatta anche a un pubblico adulto. La storia tratta dal mito antico, narra della nascita e dei tortuosi percorsi di un giovane amore.

Sin dal titolo “Amore love Psiche” ricorda i messaggi “graffiati” sui muri dai giovani di tutte le città, così il mito di Cupido e Psiche viene riletto da SpazioTeatro con un linguaggio che lo trasforma in una fiaba centrata sulla vittoria dell’amore su invidia e gelosia.

Lo spettacolo è ideato e interpretato da Anna Calarco, affiancata dalle bambole create da Marcella Praticò e diretto da Gaetano Tramontana.

Scremando la componente erotica più esplicita del mito originario, il racconto si concentra sul nucleo fondamentale di questa favola antica: la potenza dell’amore su tutto.

Zefiro, il vento servitore di Amore, che ha un ruolo marginale nella storia originale, qui diventa il narratore e il motore della vicenda, il vento che porta fino ai nostri giorni una storia universale: di come Psiche dovette superare durissime prove per difendere il suo Amore; e di come non fu sola. Le parole di Zefiro infatti sottolineano la solidarietà insita nella storia: Psiche non avrebbe potuto superare le prove a cui veniva sottoposta dalla gelosa Afrodite se l’universo intero non fosse accorso in suo aiuto; perché – come dice Erich Fromm: “l’amore che non produce amore è un amore sfortunato”.

Un invito a vivere un giovane amore in maniera sincera, senza segreti e sotterfugi, esaltando la passione del cuore e non le apparenze esteriori.

Lo spettacolo è sin da subito concepito come forma ibrida, contaminazione fra teatro, narrazione e teatro di figura. Con l’aiuto delle bambole di Marcella Praticò, che riproducono i protagonisti della storia – Cupido/Amore, Afrodite, Psiche, le sorelle invidiose e l’invidia stessa – Anna Calarco/Zefiro sperimenta un approccio originale alla storia, incarnando al tempo stesso uno dei protagonisti della vicenda, il narratore e lo stesso spazio fisico-teatrale della pièce.

Estratti dalla rassegna stampa
“Una versione molto particolare, dovuta a SpazioTeatro, del famoso mito in cui la brava Anna Calarco interagisce con piccoli pupazzi attraverso una coinvolgente narrazione.”
Mario Bianchi, Hystrio 1/2017

“Un allestimento dinamico e mutevole; come in un'organizzazione a orologeria, Calarco dà vita agli attori co-protagonisti: le raffinate bambole create da Marcella Pratico..”
Katia Colica, Segnali di cultura

“Teatro interpretato, narrato e figurato, in una originale contaminazione di generi che racconta in modo efficace ad un pubblico di bambini i sentimenti e le molteplici e complesse dimensioni dell’umano sentire.”
Anna Foti, RTV

“Liberamente tratta e adattata dal romanzo di Apuleio “Le Metamorfosi” - i cui testi originali sono stati analizzati con estrema attenzione e testati sugli studenti, durante il progetto del MIUR Libriamoci – sviluppata ampliando e costruendo il personaggio del vento Zefiro, la storia di Amore e Psiche viene ridisegnata mettendo dolcemente in evidenza alcuni elementi tipici dell’amore quali l’entusiasmo, l’impeto, l’ingenuità e il sogno.”
Monica Bolignano, Newz.it

*Ingresso ed attività riservate ai soci.